Mission/Vision

missionvision
MISSION
Il Cammino garantisce servizi alla persona e, quindi, alla comunità in cui è inserita: per questo è un soggetto attivo che partecipa, in sinergia con gli altri “attori” del territorio, alla costruzione del benessere della società, all’integrazione dei cittadini diversamente abili e alla loro autonomia, quando ciò è possibile. I servizi residenziali, riabilitativi e socio-occupazionali erogati puntano alla cura, all’attenzione e al rispetto complessivo dell’individuo nella sua unicità, in un continuo processo finalizzato al miglioramento della qualità della vita, alla creazione di occasioni di vera socializzazione, alla creazione di contesti accoglienti, gratificanti e stimolanti. Coltivare la cultura della qualità, all’interno della cooperativa, significa valorizzare al massimo le capacità e le attitudini, elevare il livello di specializzazione delle persone accolte e puntare all’innovazione dei servizi, partendo ben saldo il concetto della centralità dell’utente-fruitore.fino ad allora veniva loro offerto.

VISION
La cooperativa si impegna nella diffusione di una cultura in cui l’accoglienza e la solidarietà, la partecipazione e la condivisione, l’accettazione della diversità e la non discriminazione siano valori irrinunciabili. Intende inoltre garantire la centralità della relazione fra le persone, siano esse cittadini/utenti da aiutare, rispettare e sostenere, operatori/educatori o volontari.
Intende, inoltre, garantire la continuità di occupazione e le migliori condizioni economiche e sociali, professionali per i propri soci: si impegna a perseguire uno sviluppo ragionato all’interno di un “mercato sociale” in evoluzione e trasformazione, esponendosi in maniera misurata e consapevole ai rischi d’impresa.
La cooperativa, infine, è impegnata costantemente nel miglioramento dei servizi e dei processi organizzativi, attraverso l’implementazione di specifici modelli di qualità sociale ei di percorsi formativi adeguati.Coltivare la cultura della qualità, all’interno della cooperativa, significa valorizzare al massimo le capacità e le attitudini, elevare il livello di specializzazione delle persone accolte e puntare all’innovazione dei servizi, partendo ben saldo il concetto della centralità dell’utente-fruitore fino ad allora veniva loro offerto.